Io sto con il gentile Gentiloni

Altan direbbe che a volte ho opinioni che non condivido. Eppure, oggi posso dire: io sto con il gentile Gentiloni. Perché in questi giorni mi pare che il partito della sinistra di governo si sia dimenticato del governo del Pd. In carica, ovviamente. Pacatamente, gentilmente. E, soprattutto, si sia dimenticato del suo Presidente del Consiglio.

Capisco tutto, ma non capisco perché, dopo aver mandato a casa il lento Letta, ora si vuole dare il benservito prima del tempo anche al gentile e riflessivo Gentiloni.  Nel corso del suo mandato l’attuale Presidente del Consiglio ha preso una sberla dagli elettori? Ha perso un referendum? I cittadini di molte città hanno voltato le spalle al suo partito di riferimento mentre lui era al governo?

E io sono frastornato dal gran dibattere su quando fare il congresso e quando gazebare le primarie ma non ho ancora capito quando andremo a votare. Non ho capito, insomma, quanto importi governare questo paese. Giusto o sbagliato, questo è il mio paese.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.